Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Let’s Salsa


Non Solo Salsa Trailer

C’era una volta una scuola di ballo reggiana con problemi di comunicazione.

Aveva un sito Internet trascurato e un buco pauroso nella fascia giovanile.

Un gruppo di valorosi aiutanti universitari, raccolta la Cipolla della Verità, aprirono il loro portatile e iniziarono a raccogliere dati ed interviste, nonché foto e commenti sulle modalità comunicative della scuola.

Dopo qualche saltello nei meandri della Grande Scuola di Danza ebbero il Grande Onore di assistere ad una lezione.
L’arduo compito era riprendere con una magica scatola i balzelli delle promettenti pulzelle, montarlo con la stregoneria ed immetterlo su Internet.

Dopo aver scalato la Montagna della Scarpetta Magica, aver appreso i rudimenti della danza ed aver ascoltato il Grande Saggio si cibarono del cibo trovato nel bosco.

Dopo aver incontrato il Signore Degli Anelli e Harry Potter che facevano un garino clandestino con scope magiche truccate, agitarono la bacchetta di Merlino (e il mouse in Pinnacle 😉 ): fu così che i fedeli aiutanti riuscirono nell’impresa, scatenando ben 812 visite sul suddetto video.

Grande festa si fece al paese: pagnotte per aria, villici che ballavano in tondo bevendo Lambrusco invecchiato, stornelli e canti goliardici a squarciagola, sfide dell’ingordigia e la pesa del maiale.
I giovani si unirono saltando da tavolo in tavolo, roba da far invidia a High School Musical, le ragazze cantavano ogni 5 secondi distribuendo manate a destra e manca ai vecchi sporcaccioni, i bambini correvano in libertà lanciando Mefisto Manna sotto i tavoli (2 grammi di polvere da sparo cadauno!), le mucche ruminavano muovendo il posteriore a tempo con i canti folkloristici.

I valorosi aiutanti vennero portati in trionfo, i calici si schiantarono in volo e vennero sparati Bengala che illuminarono il cielo a giorno.

Dopo aver benedetto vacche e buoi gli aiutanti ripresero la loro strada verso l ‘ignoto, distribuendo pizzoni (ceffoni, ndr) di tanto in tanto ai manigoldi che cercavano di carpire il segreto della Sacra Danza senza iscriversi alla Grande Scuola.

Ecco, diciamo che più o meno è andata così.

Il resto è romanzato 😉 .

Piccolo inciso
Nell’attesa di scoprire il film da cui è stata tratta la scena della bici vorrei ringraziarvi di cuore: 40 visualizzazioni dell’articolo e 112 visite globali. Continuate così, il blog vive grazie alle persone che lo alimentano con le loro idee e la loro passione. Grazie!

Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: