Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

mappa_platz

mappa_platz

È successo: vi hanno invitato al Platz di Reggiolo e voi, belli come il sole, usate Google per trovare la strada. Ma l’insidia è dietro l’angolo: buona lettura!

A volte succede
Per un compleanno, un concerto, una festa del “bevi bevi bevi” e via dicendo, i motivi sono vari: tu che di solito vai sempre verso Carpi/Modena/Reggio Emilia sei costretto ad addentrarti nella bassa più profonda e a trovare questo locale, armato delle tue sole forze (e del navigatore, se sei fortunato). Tu vivevi felice, eri sicuro di te stesso ma la ricerca di questo pub ti farà dubitare anche di te stesso, ecco perché bisogna partire preparati.

Per chi non conosce il TomTom
Se ancora non usi il navigatore puoi affidarti a Google Maps ma devi conoscere la strada giusta: girando sul web, infatti, l’unica strada che trovi per il Platz è Via Matteotti 2 (dov’era anni fa), per cui arrivi nella piazza di Reggiolo e, come un beato, ti guardi intorno non capendo dove cavolo sia questo benedetto pub.

O con Google o con il TomTom tutti riescono ad arrivare alla piazza; ma trovare il pub è una cosa differente.

Non puoi chiedere al passante perché in strada non trovi nessuno e, se per puro caso, trovi una persona, sicuramente ti risponderà: “non sono di qua”. Se chiami i servizi di ricerca automatica (vedi Pagine Gialle e affiliati) ti riscodellano quello che già trovi su Google, per cui meglio arrangiarsi ove possibile.

La via giusta
La giusta strada da impostare su Maps o sul TomTom è Via San Venerio 10 (e non Via Matteotti 2); se siete già in piazza Matteotti tirate dritto fino a quando non vedete un’enorme casa con parcheggio sterrato (per la gioia dei vostri ammortizzatori) con scritto Platz.
Probabilmente la via con il nome di un santo premia chi, dopo tante imprecazioni, trova finalmente il posto e può sedersi a mangiare in tranquillità.

Sembra facile e scontato questo articolo ma non avete idea di quale frustrazione sia dover raggiungere un posto per un evento (se poi non siete motivati la fatica raddoppia) e ritrovarsi in una piazza a disquisire con giocondi piccioni affamati di briciole di pane.
Per chi è un musicista/un birraiolo felice la strada sembrerà scontata e ovvia, ma per chi intraprende questo viaggio 2/3 volte l’anno (e sto arrotondando per eccesso) è un cunicolo di vie da cui non se ne esce, soprattutto per raggiungere Reggiolo.

Sperando di aver sopperito ad altri siti d’informazione meno aggiornati vi auguro un buon anno Nuovo.

Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: