Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Figlio di Trojan

Trojan

Trojan

Prima o poi capita a tutti: installiamo quel programma che ogni 5 secondi lancia un peto sul nostro schermo e ci ritroviamo con un computer che non risponde ai comandi, l’antivirus rimane inerte e noi scancheriamo in greco antico. Ma c’è un modo per rimuovere i trojan e difendersi? Scopriamolo insieme, buona lettura!

Conosciamo i Trojan

I Trojan (come suggerisce il nome) sono programmi all’apparenza innocui ma che, una volta aperti, celano dentro insidie e minacce per il nostro computer. Potenzialmente ogni programma potrebbe esserlo, come facciamo quindi a tutelarci?
Innanzitutto cerchiamo software su siti affidabili (no a siti di torrent o altri che promettono programmi estremamente costosi gratis) e diciamo no ai programmi piratati: oltre ad essere illegale di solito funziona in modo peggiore (è una copia taroccata dopotutto) e può esser pericoloso per il nostro computer.

Nonostante questo potrebbe capitarci di scaricare un programma nuovo o esser tentati da un programma che ci ha passato un amico: come facciamo a capire se è sporcaccione o no?

Le indagini necessarie

Prima cosa scansione antivirus con un programma aggiornato (il gratuito AVG va benissimo), in modo da vedere se il nostro PC è già infettato da qualche ospite fastidioso: in aggiunta possiamo scaricare il sempre gratuito anti-rootkit, ovvero un programma che scansiona il pc in modo indipendente dall’antivirus.

Capita infatti che, se abbiamo un rootkit nel nostro disco fisso, questo simpaticone ha disattivato l’antivirus e così diventa impossibile rimuoverlo: con questo programma esterno possiamo rimuoverlo in sicurezza.
Se poi l’antivirus ci fornisce il nome della minaccia (ad esempio TrojanWorse32) possiamo cercarla su Google per vedere come altri utenti hanno risolto il nostro stesso problema: consulenza gratuita ed immediata.

Concludendo

Come recita il saggio prevenire è meglio che curare: evitate quindi siti hard o gestiti da hacker, installate l’ultima versione del vostro browser e collegatevi (quando dovete compiere transazioni online) a siti con protocollo https (solo questi garantiscono una cifratura dei vostri dati a 128 bit); quando possibile cercate sempre di scaricare il programma dal sito ufficiale, evitando gli intermediari riducete anche il rischio di manomissioni.

Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: