Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Tanta voglia di RAM

ram_chip

Cambiare la RAM di un Mac evitando lo store ufficiale Apple senza rinunciare alla qualità?
Ecco come fare, buona lettura!

L’antefatto

Marzo 2010. Dopo 10 mesi di onorato servizio il mio MacBook da 13 pollici unibody Late 2008 continua a regalarmi sorrisi: in questo tempo abbiamo avuto tempo per conoscerci (io mi sono documentato in maniera accurata sulle caratteristiche di Snow Leopard), per litigare (a volte gli standard sono un punto di vista discordante), per lavorare sodo (tra CD, DVD e home movie ha dato l’anima quel processore).
Oggi è venuto il momento di farti un regalo, quadruplichiamo la Ram: vediamo come farlo pagando la metà rispetto all’Apple Store (e senza perdere in qualità, ovviamente).

Analisi dello status-quo

I 2 GB di RAM che Apple fornisce nella configurazione standard sono ideali per navigare su Internet, scaricare la posta, avviare iTunes con gli effetti grafici e masterizzare un DVD; quando però si calano gli assi da 90 (vedi Photoshop, demo di giochi o iMovie con un rendering impegnativo) il portatile boccheggia un po’ (nonostante Mac Os X) e cala inevitabilmente di prestazioni, dimostrando i limiti della poca Ram installata (nonostante la velocissima DDR3).

La Ram, nei Macbook 13 pollici unibody fine 2008, è tranquillamente sostituibile dall’utente fino ad un massimo di 8 GB (4 GB per banco): ricordiamo che le RAM vanno installate in coppia e con la stessa frequenza (oltre che dello stesso tipo: non si possono mischiare DDR3 e DDR2), onde evitare conflitti al sistema che le deve gestire.

Sull’Apple Store, a quanto pare, la parola RAM è stata bandita per cui non è più possibile acquistare banchi di memoria direttamente da Apple. Poco male, per fortuna in questi anni abbiamo assistito alla nascita di siti meravigliosi come Amazon.com, che non deludono mai e regalano sempre un sorriso all’apertura del pacco.

Proprio su Amazon è possibile ottenere ben 8 GB di RAM DDR3 a 59 euro spedizione gratuita inclusa. Memorie certificate Crucial, una garanzia di qualità per il vostro Macbook d’epoca.

Datemi il mio martello! (cit. Top Gear)

Mentre attendo il lieto evento intono le note dell’A-Team in puro stile Top Gear e controllo se in casa ho tutto il necessario.

Per smontare lo chassis del Macbook unibody 2008 servono dei mini cacciaviti a stella (nel caso dovreste smontare l’hard disk vi serve anche un minicacciavite a stella esagonale “tipo Torx”) e li collaudo provando a svitare un paio di viti. Girano come d’incanto, problema smontaggio risolto.

Il giorno dopo alle 15.15 ricevo finalmente le Ram (corriere velocissimo), le disimballo e inizio a togliere il copribatteria e lo chassis posteriore (nel totale una decina di minuti, considerando anche il tempo per posizionare le viti in modo sicuro per il rimontaggio); a questo punto viene il bello, cioè smontare le ram.

La sostituzione

Grazie alle istruzioni della casa madre e a due blocchi di buona RAM Crucial possiamo farlo anche noi, partendo sempre dalle dovute cautele:

– I cacciaviti devono essere mini per svitare viti minuscole. Non fate economie, rovinare una vite vuol dire compromettere la normale chiusura dello chassis e la sicurezza del portatile.
– Al momento della rimozione delle viti, ordinatele in base alla loro collocazione: dopo andranno rimesse esattamente dov’erano prima.
– I blocchi di RAM sono estremamente delicati. Non toccate mai i contatti metallici, afferrateli lateralmente e in cima.
– L’inserimento dev’essere naturale; se state forzando rimuovete e riprovate. Non forzatele in nessun caso.
– Toccate sempre la parte metallica sotto la batteria quando aprire il Macbook: scaricate l’elettricità statica ed evitate di trasmetterla al disco fisso o alla Ram da montare.

Il procedimento è semplice, allentando le linguette le ram si alzano e basta estrarle. Nella pratica, essendo una sopra l’altra, serve una precisione svizzera e movimenti delicati, trovando pochissimo spazio ed avendo a che fare con componenti delicati come porcellane.
Sbagliare l’inserimento è impossibile (la tacca fa sì che la Ram possa essere inserita in un solo verso), collocarle tutte e due in modo stabile e sicuro richiede pazienza, calma e un buon colpo d’occhio.

Colpo d’occhio

La cosa veramente importante è far sì che le RAM vengano inserite fino in fondo, in modo da far scattare le linguette laterali per il bloccaggio: dopo questa magia l’impilazione delle due memorie diventa automatica.

I consigli del badile, nostro fedele amico

Prima di riavvitare le 8 viti con passione svizzera fatelo partire con le parti metalliche mobili (copri batteria e chassis solo appoggiati), in modo che se c’è qualche problema potete risolverlo subito.

Generalmente tutto parte senza problemi, il sistema rileva i nostri 8 GB di RAM DDR3 Crucial nuovi di zecca e ora potete lanciarvi in applicazioni importanti senza timore o rallentamenti, con la consapevolezza di aver risparmiato centinaia di euro in RAM rispetto ad un ricambio ufficiale dalla casa madre (più le varie spese del centro assistenza Apple, che certo non lavora gratis), senza compromessi per quanto riguarda stabilità, compatibilità e soprattutto la velocità.

Cambiare la RAM per potenziare e non per riparare (quindi risulta un intervento fuori garanzia) è considerato un extra e, come tale, si paga profumatamente.

Al prossimo tutorial

NB: L’articolo originale era stato pensato per 4 GB di RAM ma, essendo cambiati i tempi, ho pensato di aggiornare le informazioni per montare 8 GB, che ad oggi consentono di soddisfare molte esigenze senza sforzi.

Marco

Annunci

Commenti su: "Tanta voglia di RAM" (2)

  1. […] Potenziamento Macbook disco fisso e RAM: Cambio HD e Tanta voglia di RAM […]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: