Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Senza fiato

fotografo reflex

Innovando ha scoperto questo articolo tramite un altro blog, Maredirac. Insomma sembra la storia infinita.

E anche quello che è successo purtroppo lo è.

BlackCat, orgogliosa madre di un bambino autistico, si è recata ad un evento organizzato da Carrefour per poter regalare al bambino la possibilità di fare una foto vicino al suo idolo (i personaggi del film Disney Cars).

Purtroppo la giornata non è andata come previsto.

l’insensibilità del fotografo (che per quello che ha fatto dovrebbe ricevere la revoca della reflex) e del suo assistente grafico hanno fatto piangere il bambino dicendogli che non avevano tempo da perdere con lui (solo perchè aveva impiegato qualche secondo in più per girarsi).

La madre, dopo essersi sentita dire da una standista che certi bambini non andrebbero portati in mezzo agli altri, ha scritto una mail d’indignazione a Carrefour. Eccone il testo integrale.

Citando liberamente Cameron (House M.D.) penso che quando una bella persona (inteso interiormente) soffre o sta male qualcuno dovrebbe accorgersene, indignarsi, puntare i piedi, dire no.

É grazie all’indifferenza e alla cafoneria di molti che si continua in questo clima di menefreghismo.

Posso capire che sia difficile e dura lavorare con migliaia di bambini ma il tuo lavoro ti impone una certa professionalità: non siete alla sagra della salsiccia (precisando che non sarebbe ammissibile nemmeno lì), state rappresentando un grande magazzino e il sogno di molti bambini.

Qualcuno ha scritto a Paolo Attivissimo urlando all’ennesima bufala ma purtroppo non è così. La crudeltà della realtà supera di gran lunga qualsiasi fantasia.

Marco

Annunci

Commenti su: "Senza fiato" (2)

  1. Carissimo, sono perfettamente d’accordo. Hai scritto molto bene. E’ una nefandezza da ignoranti, il comportamento del fotografo!

    Ciao!

  2. Mi è capitato di fare l’animatrice per bimbi e anche se molte energie se ne vanno non sapete quanta gioia questi piccoli siano capaci di dare!
    Un fotografo professionista sa bene che i bambini non stanno mai fermi, diamine non sono pupazzetti e non si può pretendere troppo. Ci vuole tanta pazienza e gentilezza e queste persone non hanno avuto niente di tutto ciò!
    Certa gente è talmente superficiale e cafona che mi viene da rattristarmi per loro. Che tristezza! Sono senza parole…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: