Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Chiedimi se sono felice

Chiedimi se sono felice

Chiedimi se sono felice

Il masterpiece di Aldo, Giovanni e Giacomo, il film che ha ripetuto il successo dei primi due road movie (3 uomini e una gamba e Così è la vita) bissandoli ed incassando (se era possibile) ancora di più. Il primo passo verso la risata ragionata non fatta solo da flatulenze moleste. Oggi parliamo di Chiedimi se sono felice! Buona lettura.

Dopo varie pellicole realizzate sulla base di sketch presi dai loro spettacoli teatrali, finalmente, per mantenere alto il loro nome hanno deciso di virare rotta, di cambiare stile portandoci ad una risata impegnata.

Ottima la colonna sonora di Samuele Bersani (fatta con le migliori canzoni del suo repertorio più l’inedita Chiedimi se sono felice), ammirevole l’ottima intesa con la Massironi (ex moglie di Giacomo), buona l’introduzione della Fallisi (moglie di Aldo) che, alla fine, soppianterà tutte le altre comparendo anche nell’ultimo film (Il cosmo sul comò).

Tre amici svolgono dei lavoretti al margine del mondo dello spettacolo: la comparsa alla Scala, il doppiatore di serie C, il mimo modello dei grandi magazzini. Giacomo decide che si può realizzare qualcosa insieme ma Aldo incasina sia i manifesti sia l’attrice principale: si ricorrerà alla fidanzata dello stesso per fare Silvana del Cyrano.

Nel mentre Giovanni corre a Francoforte per cercare la sua bella ma lei si bacia con Giacomo a Milano (che nel mentre gli ha anche fatto perdere il lavoro da mimo). Normale che poi si alteri come un riccio castrato e mandi tutto a farsi benedire.

Meravigliosi i tempi comici, nuove trovate e battute che portano una ventata di freschezza al già ampio repertorio del trio; dopo questo è succeduto La leggenda di Al, John e Jack (ideale continuazione dei 3 gangster presenti all’inizio di 3 uomini e una gamba) che non ha soddisfatto le aspettative e ha registrato bassi incassi.

Dopo questo flop arriverà Tu la conosci Claudia?, che fonde i problemi di una coppia riprendendo il tema del viaggio come crescita e conoscenza: nonostante sia molto bello la purezza e le risate che regala Chiedimi se sono felice penso che siano inimitabili. Sicuramente un film da rivedere in DVD, il trio nella sua forma migliore.

Per sincerarvi che non conto balle potete guardare questo spezzone dove vengono proposti gli esilaranti provini per scegliere l’attrice femminile; buone risate.

Voto: 10/10

Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: