Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

New life

red_rose_blog

Ormai non lo credevi possibile. E invece succede ancora: conosci una persona che riesce a lasciarti a bocca aperta, a deliziarti con le sue parole, ad ammaliarti con i suoi discorsi e a narrarti elementi della sua vita di cui tu, per caso/scommessa/gioco, sei riuscito a far parte. A new life is coming, buona lettura!

Vieni pervaso da una bella sensazione, ti senti totalmente a tuo agio, senti le cose che ti scivolano via, dimentichi i tuoi problemi: tutto questo non ha prezzo, è una sensazione magnifica e ti chiedi come hai fatto a non provarla per così tanto tempo. Tu, uomo dalle dubbie speranze, rimani lì a fissarla come un baccalà, mentre l’ascolti e segui le sue parole, le sue labbra, il suo sguardo, il riflesso sui suoi capelli castani e ti senti un emerito pirla per non averle parlato prima d’ora.

È come un flusso di energia positiva che ti pervade l’animo e ti riempie le viscere, una corrente fresca che rinnova mente e corpo e dissolve la stanchezza e la banalità schiacciante della vita quotidiana: diventa una forza positiva dell’universo, un effetto del karma che para i colpi negativi ricevuti su altri fronti come salute o lavoro.

La cosa magnifica di questi incontri è l’incrementalità: ogni volta che avvengono si scrivono insieme parole di una nuova canzone, una dolce melodia che viene eseguita quando le due persone iniziano a conoscersi e a capirsi, una suonata di pianoforte eseguita da Allevi dove a movimenti ritmici si susseguono distese calme e placide.

Il mistero ancestrale della seduzione rimane la cosa più affascinante delle donne, questa capacità che possiedono in poche di catturare e conquistare animi e passioni così, con un sorriso o con un racconto buffo. E noi miserabili ometti veniamo invasi da queste ambrosie, ascoltiamo questi racconti e le loro storie per il piacere di sentire la loro voce, di capire cosa passa in quella testolina sempre in movimento, di vedere le loro passioni direttamente dal cuore.

E poi, se siamo veramente fortunati, conoscendole meglio lo specchio si allrga e lo stagno si fa più profondo: conosciamo le loro paure, i loro timori e le difficoltà che a volte le bloccano e le rendono insicure, nonostante abbiano ottimi motivi per non esserlo affatto. Ed è tutto così bello che ne approfittiamo, respiriamo a pieni polmoni questa possibilità per godere al massimo di questa occasione a noi riservata, non ci sembra vero di poter vivere un sogno.

E d’altronde come potrebbe non esserlo, basta guardarla: capelli lunghi castani soffici e suadenti, sopracciglia appena accenate, leggero trucco su occhi color nocciola ricchi di sfumature come l’ebano,  nasino alla francese, labbra morbide, un respiro dolce e delicato, fisico ben scolpito, mani afusolate con unghie semplici, senza estensioni o smalti particolari.

La sola idea di esser lì, di poterla sfiorare, accarezzare, di far parte della sua vita rende la tua giornata decisamente diversa, basta poco.

Un sorriso.

Marco

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: