Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Paypal, carte e affini

Paypal

PayPal è il conto online ex-schiavo di eBay, comprato e scorporato a luglio 2015, mese in cui Paypal è stato quotato in Borsa.

Come possiamo trasferire fondi da Paypal verso altri lidi senza impazzire? Vediamo insieme i metodi più veloci, rapidi e, se possibile, economici. Buona lettura.

Cos’è Paypal

PayPal è un sito di pagamenti online (una sorta di banca), che permette di pagare su moltissimi siti inserendo solo mail e password. Non vengono richiesti numeri e codici di carte di credito, in quanto vengono cifrate e protette da Paypal al momento dell’acquisto. È gratis per chi acquista, le commissioni vengono pagate dai venditori. Converte la valuta da tutto il mondo al cambio attuale, depositando euro sul vostro conto. Vi permette anche un acqusito protetto fino a 1.000 euro, così si evitano sorprese, fa da intermediatore tra venditore e acquirente.

Dove è possibile usarlo?

Viene accettato su molti siti importanti e per chi vende su eBay, è quasi obbligatorio: permettere di ricevere pagamenti da tutto il mondo in modo istantaneo, garantendo venditore e acquirente. Tra i siti molto noti che non utilizzano questo servizio c’è Apple e Amazon (ma di fatto non ne hanno bisogno, sono molto affidabili e hanno un servizio resi eccezionale).

Come trasferire i soldi

Non essendo universalmente accettato a volte abbiamo bisogno di spostare i nostri fondi sulle carte, in modo da poter acquistare ciò che desideriamo su altri siti quali Amazon, per esempio.

La carta Paypal, gestita da LIS Lottomatica e appoggiata alla Banca Sella (l’unica che, con questa carta, vi permette prelievi senza commissioni) che gira sul circuito MasterCard, sembra una buona alternativa: fino a un mese fa garantiva il trasferimento GRATIS dei fondi dal conto Paypal alla carta, senza spendere il canonico euro come accadeva con la Postepay, con tempi molto più rapidi (5 secondi a fronte di 3/4 giorni).

Il trasferimento dei fondi GRATIS verso la vostra carta Paypal è un diritto, non un optional: in caso di problemi chiamate il call center Paypal (tutti i riferimenti sul sito) e chiedete lo storno immediato, vi riaccrediteranno immediatamente tutti gli euro addebitati in seguito a prelievi sulla carta Paypal.

Purtroppo, a causa di una gestione ballerina da parte di Lottomatica, il rapporto con il conto che l’ha generata (Paypal) sta diventando burrascoso: i prelievi su carta non vengono effettuati, chiede un euro quando non dovrebbe… Se la ricaricate al tabacchi (commissione di ricarica 1,90 euro) e la utilizzate per pagare nessun problema, potete spendere fino a 10.000 euro (ha un plafond molto alto), ma se la utilizzate per interagire con il conto diventa problematica.

La carta Paypal sfrutta funzionalità avanzate (ora introdotte anche dalla Postepay Evolution) quali il codice IBAN per ricevere bonifici da amici o clienti: purtroppo i problemi che stanno colpendo la carta incidono anche su questo settore, rendendo impossibile ricevere bonifici (due bonifici da 10 euro stornati in automatico dalla banca emittente per questo problema).
Speriamo che risolvano al più presto questo bug molto, veramente molto fastidioso.

Con la Postepay classica (gialla) il trasferimento avviene in 3/4 giorni e spendete un euro per trasferire i fondi; è una soluzione comoda ma non nel brevissimo periodo, quando magari dovete effettuare un acquisto in giornata.

Di recente hanno introdotto una nuova funzione sul sito, denominata Ricarica al volo: inserite il vostro numero di telefono, operatore, importo et voilà, il telefono viene ricaricato. Utile per non rimanere senza credito a fronte dei rinnovi mensili del vostro piano, accorcia la procedura classica (registrazione sul sito del gestore, ricarica, pagamento con Paypal non sempre riuscito e così via) e sembra funzionare. Due ricariche eseguite, zero problemi.

Le critiche

Ai detrattori di tale sistema (è vero, applicano tariffe significative) va però detto che 5 acquirenti su 7 pagano con PayPal su eBay, per cui aumenta esponenzialmente il giro d’affari ed è abbastanza salutare accettarlo. A fronte di qualche commissione potete incassare rapidamente piccoli pagamenti senza troppe noie. Ovvio che, a fronte di pagamenti importanti, consiglio sempre il bonifico che consente spese nettamente inferiori e un accredito diretto sul conto corrente (su un incasso da 850 euro le commissioni Paypal possono arrivare fino a 25 euro).

Buon incasso a tutti,

Marco

Annunci

Commenti su: "Paypal, carte e affini" (3)

  1. utile.

    il punto é che paypal offre un servizio MOLTO sicuro per le transazioni, quindi é corretto che si paghi qualcosa..
    inoltre il marchio é, per chi lo usa spesso, sinonimo di affidabilità..
    poi, punti di vista..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: