Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

I soliti idioti

SOLITI_IDIOTI

SOLITI_IDIOTI

Pubblico la locandina in versione dimezzata perché, sinceramente, di mostrare delle chiappe al vento su questo blog non ne ho nessuna voglia. Francesco Mandelli e Biggio si cimentano, diretti da Valsecchi, in questa trasposizione dallo show televisivo: buona lettura.

Con le necessarie premesse
Premetto che, a pelle, preferisco Biggio a Mandelli in quanto non ostenta il “divismo” ridicolo del suo compare d’avventure. Premetto anche che questo film l’ho visto “di ripiego”, non essendo disponibile Johnny english all’orario in cui ero libero. Fatte le dovute premesse, apriamo il cofano e diamo un’occhiata.

La trama
Un imprenditore ricco e arrogante vuole portare il figlio a letto con una modella prima del matrimonio imminente. Un pony express si perde nelle strade italiane tormentato dalla stessa ragazza, una coppia gay è in crisi (questa parte ricorda un musical tipo Mamma mia) e una famiglia con la moglie xenofoba deve raggiungere un matrimonio. Il classico film a episodi completamente slegati uno dall’altro.

Daglie de tacco daglie de punta
Nonostante si continui a ripetere da anni che i film a episodi hanno stufato e stancato, molti registi si ostinano a produrne ancora (giusto per fare un nome Ezio Greggio con il suo Boxoffice).
E così, giusto per non interrompere questa dubbia tradizione, qui troviamo i vari episodi slegati che convivono grazie alla presenza dei due attori che interpretano più ruoli.
Le gag sono carine, strappano qualche sorriso ma rimangono a livello adolescenziale (il target, appunto, di questo programma), con volgarità gratuite e senza alcun senso condite da macchiette sbiadite che non riescono a rendere il tono del film vivace e brillante.

I paragoni celebri
Anche Aldo, Giovanni e Giacomo all’epoca provarono ad unire gli sketch e a trasformarli in un film; il risultato fu Tre uomini e una gamba, se permettete tutta un’altra cosa. Gag provate e riprovate in teatro, successivamente inserite in un contesto credibile con una storia che fa da collante ai vari momenti della pellicola. Inoltre il livello di preparazione attoriale, sempre se permettete, era diverso in quanto il trio ha lavorato con la Gialappa’s Band, trio di voci noti per il loro rigore e la bassissima tolleranza verso l’inettitudine e l’errore.

Un’ancora di salvataggio
Se le gag puzzano di già visto e si ride a stento le canzoni sono veramente simpatiche; testi scritti dai due attori che s’integrano bene nell’episodio della coppia gay, rendendolo colorato e interessante (anche se rimane molto stereotipato). Distraggono piacevolmente dal continuo intercalare a base di ca22o dell’imprenditore e dai travestimenti femminili a cui la coppia si presta.

Dovendo spendere 5 euro…
…andate a vedere La peggior settimana della mia vita con De Luigi, Catania, Capotondi, Guerritore e circondario. Anche se De Luigi non è effervescente come in altre situazioni fa ridere in maniera più matura e complice lo spettatore, rendendolo involontario protagonista del suo dramma con le imminenti nozze e dei rapporti con i genitori di lei.
Il titolo del film non smentisce le aspettative e le riconferma: se avete più di 16 anni evitate, il livello è proprio quello lì.

Voto: 4,5 (per le musiche ho aggiunto mezzo punto).

Marco

Annunci

Commenti su: "I soliti idioti" (1)

  1. I soliti idioti sicuramente no non mi ispirano…dato che al cinema ho voglia di evadere…lezioni di cioccolato 2 o la peggior settimana sopra citata possono andare….
    Comunque sempre molto interessanti le tue recensioni…
    cobain86–> Il film è sicuramente d’evasione, ma per sedicenni… Lezioni di cioccolato ho visto il primo, sul secondo ho le riserve che accompagnavano i seguiti (sarà all’altezza o no?). La peggior settimana non è sconvolgente ma può andare… ultimamente mi ha emozionato Drive (premio regia a Cannes), anche se ha bisogno di un certo “modo” per capire il diverso modo di raccontare un film d’azione. Buon proseguimento!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: