Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Archivio per la categoria ‘Uni(di)versità’

NaDi (Nativi Digitali)

Nativi digitali

Nativi digitali

I veri nativi digitali sarebbero i nati degli anni ’80, ragazzi e ragazze accuditi dalla vorace fame di PacMan o dai saltelli colorati dell’idraulico più famoso (alias Super Mario). In realtà in quegli anni pieni di manette, leve e bottoni enormi era un mondo ancora molto analogico, dove il digitale veniva visto solo in pixel enormi meglio detti quadrettoni. I nativi odierni sono realmente digitalized fin dalla nascita, con telefonini, pc e schermo lcd da 37 pollici: entriamo in questo mondo che coinvolge le nostre vite, buona lettura a tutti!

(altro…)

Pecchenino intervistato per RuMORE

Intervista Pecchenino

Intervista Pecchenino

Il 12 maggio 2010, prima della presentazione del libro La comunicazione d’impresa, io ed Elena abbiamo posto alcune domande al professor Mauro Pecchenino riguardante la sua ultima fatica letteraria. Ne è venuta fuori una chiaccherata piacevole e dall’ampio respiro che, grazie alle attrezzature professionali di RuMORE, ora possiamo proporvi in digitale. Buona lettura (e buon ascolto)!

(altro…)

L’ora di italiano

lettere_legno

L’altra sera ho chattato con una mia ex prof delle superiori su Facebook, una procace 40enne che mandava in tilt i nostri ormoni e causava scompensi emozionali non indifferenti: davanti a gerontoprofessoresse finalmente una boccata d’aria fresca.
Il problema è stato il suo arrivo di lei solo al 5^ anno (periodo di solito riservato alla preparazione della maturità, dove nessun consiglio sano di mente cambierebbe dei prof ma vabbè) e la sua poca esperienza: insomma, una delle prime classi macellate ecco.

(altro…)

Unplug me

Unplug me

Unplug me

Il mio centinaio di lettori (citando Manzoni) a quanto pare legge il mio blog. Non sempre forse, magari scorre solo le intestazioni ma legge. Allora in Italia qualcuno che legge ancora c’è. Diamogli quindi un motivo per farsi due risate così, a cuor leggero.
Cura veloce contro la banalità di alcuni discorsi: good reading.

(altro…)

Making the movie

ciak_esami

Realizzazione di un cortometraggio (Ciak Esami): partenza dal nulla, videocamera prestata, attori improvvisati. Ecco il diario di un’avventura nata per gioco e finita con i coltelli, buona lettura! 😉

(altro…)

Università “mediata”

universita_mediata

Incredibile viaggio divertito (e divertente) nell’università italiana, con genitori che telefonano ai docenti per le richieste più assurde e studenti accompagnati fino all’ingresso. Motivazioni e ragioni per cui, se gli altri speak english noi oddio c’è l’articolo in inglese! Buona lettura a tutti! (altro…)

Lasciarsi

lasciarsi_viso

In un rapporto è la cosa che si teme di più, spesso è rivelatore di come sono le persone realmente; lasciala e vedrai se è davvero maturo/immaturo/selvaggio/educato/spaventato.

La cosa più appassionante (almeno per chi ascolta queste storie, dal finale già noto: se l’amico ti chiama e dice che si è mollato con la ragazza si parte da lì per ricostruire il tutto) è scoprire il perchè, il motivo.

La cosa più tremenda sono le corna: lei/lui si fanno il migliore amico dell’altro/a e scoppiano insulti, litigi, tragedie, amicizie interrotte per sempre ed epiteti che si sentono fino a 3 vie di distanza dall’abitazione.

Al secondo posto i famosi dubbi (Sai com’è, devo pensarci, devo vedere, non so, devo prendermi una pausa di riflessione…) che tanto fomentano le teste femminili: ma questa benedetta pausa di riflessione chi l’ha inventata? Sicuramente un genio, ma oggi come oggi è l’anticamera della separazione.

(altro…)