Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Articoli con tag ‘Il film’

Sentirsi vivo

nuovo-cinema-paradiso-1988-giuseppe-tornatore-005

Il film procede. A rilento, ma procede.

Tante papere e molte risate, un bel clima, ci si diverte molto.

(altro…)

Annunci

La forza delle idee

É strana. Non credi d’averla, aspetti sempre mille certezze.

Poi un giorno ti lanci e scopri che la tua idea funziona, che riesci a metterlo in saccoccia a tutti gli altri.
Serve il coraggio di provare, di mettersi in gioco, di reinventarsi. Di creare qualcosa di proprio.

(altro…)

Il film – nuovi sviluppi

Domenica pomeriggio, iniziamo a dare forma all’idea.

Ritrovo al Mac’è, un ex macello ora adibito a ludoteca/sala lettura dove si può lavorare in pace e dare libero sfogo alle proprie idee.

Incontriamo Giova, il regista/sceneggiatore/attore (…no comment) che ci presenta il suo copione, 29 facciate scritte di suo pugno su un poliziesco con rapimenti vari. (altro…)

Video (in)coerenza

La videocamera permette di eseguire riprese eccezionali (per il semplice fatto che ha dei fotodiodi enormi -quasi come una reflex- e quindi permette di catturare le immagini con una maggior qualità rispetto a compatte e telefonini) ma il problema è: quale?

I marchi leader del settore sono JVC, Sony, Panasonic e Canon. Partendo dal concetto che, pur volendo bene a tutti, alla fine ne rimarrà solo uno, vediamo con quali criteri scegliere la nostra compagna d’avventura.

Di videocamere ce ne sono di due tipi: normale/compatta amatoriale e da semi professionista. La differenza, oltre che nel nome, si sente anche nel prezzo: massimo 1.000 euro le prime, dai 1.200 euro in su le seconde (ma i modelli più evoluti registrano già in Alta Definizione HD).

Per semplificarci la vita assumiamo il fatto che le seconde hanno un attacco per microfono tripolare (quello da professionisti) e una qualità da applausi ma noi vogliamo rimanere in ambito amatoriale (la scelta è dettata semplicemente dal fatto che non ho un’esperienza diretta con le seconde: meglio parlare di ciò che si è toccato con mano, no? 😉 ).

(altro…)