Una tastiera come tavolozza, la fantasia come tela

Articoli con tag ‘steve jobs’

Ciao, Steve

steve-jobs_statuetta
È luogo comune pensare che il capitano, per fedeltà e dedizione, decida di affondare assieme alla propria imbarcazione. Quando però questa nave si chiama Apple e vale quasi 400 dollari ad azione, la lungimiranza suggerisce di lasciare il posto ad un degno successore. Parliamo dell’addio di Steve Jobs alla Apple; buona lettura.

(altro…)

Innovare dopo Steve Jobs

Dopo-Steve-Jobs-come-non-sopravvivere
La Apple di oggi è ancora il pirata all’arrembaggio degli esordi o inizia a sentire le responsabilità delle big companies? Buona lettura!
(altro…)

Mac OS X Lion, scelta controversa

MacosxLion_available

Il 20 luglio 2011 è uscito Lion, un sistema operativo controverso per vari aspetti. Vediamo insieme le innovazioni e le procedure per procedere all’aggiornamento (e se veramente ne vale la pena). Buona lettura!

(altro…)

La storia di una mela

Finder-Apple

Per una persona che vive nel mondo civile può sembrare eccessivo l’amore per una mela. Oggi vi raccontiamo una storia: la storia di una mela. Buona lettura!

(altro…)

La cultura Apple

Adobe-We-love-Apple

Molto spesso capito in situazioni dove simpatici WinZozziani (utenti di WinZoz, ovvero Windows nel gergo degli utenti Mac) parlano di Apple, dei suoi computer o della sua storia così, un tanto al braccio. Visto che la cultura e la conoscenza sono capisaldi fondamentali e non si distribuiscono a sbadilate, penso che prima di parlare bisognerebbe documentarsi. Vediamo, a livello di libri e filmati, cosa possiamo trovare per ricostruire la vera storia Apple e comprendere la filosofia del Macintosh: buona lettura!

(altro…)

Pixar, il rendering dei sogni

Pixar_Wallpaper

Qual è la sostanza dei sogni? Pixar è riuscita, negli anni, a dar loro forma, consistenza ed emozioni. Buona lettura!

(altro…)

Wozniak, il genio silenzioso

Steve Wozniak, co-fondatore Apple

Steve Wozniak, co-fondatore Apple

È inevitabile, parlando di Apple, cadere nell’errore di considerare solo e unicamente la figura di Jobs: a molti libri, giornali e articoli è successo. Ma nella realtà dei fatti c’è stato un genio silenzioso che ha lanciato tutto, allontanandosi in seguito per provare nuove emozioni che la continua innovazione tecnologica non era più in grado di fornirgli. Buona lettura!

(altro…)